Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Vercelli, 24 settembre 2020 data
Torna alla versione grafica - home

NovitÓ



Vercelli, 24 settembre 2020
Ultimo aggiornamento: 02.04.2008



Percorso di navigazione

Strumento

NovitÓ

 

Contenuto della pagina

02.04.2008

Nuova disciplina per l'attivitÓ di Impiantistica


E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 61 del 12 marzo 2008 il Decreto Ministeriale 22 gennaio 2008 n. 37 "Regolamento concernente l'attuazione dell'articolo 11-quaterdecies, comma 13, lettera a) della Legge n. 248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia di attivitÓ di installazione degli impianti all'interno degli edifici". La nuova normativa Ŕ entrata in vigore il 27 marzo 2008

Il nuovo Regolamento disciplina la materia dell'installazione degli impianti (ex Legge n. 46/1990), introducendo alcune novitÓ rispetto alla precedente normativa.

Tra le novitÓ, entrate in vigore dal 27 marzo 2008, vengono evidenziate le seguenti:

- non esiste pi¨ la distinzione tra gli interventi eseguiti negli edifici civili e non civili, pertanto le imprese che effettuano i lavori di impiantistica in qualsiasi edificio (ad uso civile e non civile) devono necessariamente avere nominato un Responsbaile Tecnico, in possesso dei requisiti previsti dal nuovo D.M. n. 37/2008.

- sono state modificate alcune lettere relative alla classificazione degli interventi di impiantistica che dal 27 marzo 2008, vengono cosý descritte:
a) impianti di produzione, trasformazione, trasporto, distribuzione, utilizzazione dell'energia elettrica, impanti di protezione contro le scariche atmosferiche, nonchŔ gli impianti per l'automazione di porte, cancelli e barriere.
b) impianti radiotelevisivi, le antenne e gli impianti elettronici in genere.
c) impianti di riscaldamento, di climatizzazione, di condizionamento, e di refrigerazione di qualsiasi natura e specie, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combusitione e delle condense, e di ventilazione ed aerazione dei locali.
d) impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie.
e) impianti per la distribuzione e l'utilizzazione di gas di qualsiasi tipo, comprse le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e ventilazione ed aerazione dei locali.
f) impianti di sollevanto di persone o cose per mezzo di asegnsori, di montacarichi, di scale mobili e simili.
g) impianti di protezione antincendio.

- il Responsabile Tecnico pu˛ essere nominato per una sola impresa.

- la qualifica di Responsbabile Tecnico Ŕ incompatibile con ogni altra attivitÓ continuativa.

- sono stati modificati i requisiti professionali richiesti per la nomina del Responsbaile Tecnico.

La normativa (D. M. n. 37/2008) si applica agli impianti posti al servizio degli edifici, indipendentemente dalla loro destinazione d'uso, collocati all'interno degli stessi o delle relative pertinenze. Se l'impianto Ŕ connesso a reti di distribuzione, la normativa, si applica a partire dal punto di consegna della fornitura.

Gli impianti, o parti di impianto, che sono soggetti a requisiti di sicurezza prescritti in attuazione della normativa comunitaria, ovvero di normativa specifica, non sono disciplinati, per tali aspetti, dalle disposizioni del D.M. n. 37/2008.

In conseguenza all'entrata in vigore del D.M. n. 37/2008 sono state abrogate le seguenti nuormative:

- Legge 5 marzo 1990 n. 46 ( ad eccezione degli articoli 8, 14 e 16, le cui sanzioni trovano applicazione, in misura raddoppiata, tra le violazioni degli obblighi previsti nel nuovo Decreto).

- D. P. R. 6 dicembre 1991 n. 447 (Decreto attiativo della Legge n. 46/1990).

- Articoli dal 107 al 121del  D. P. R. 6 giugno 2001 n. 380 (istituzione dell'Albo dei Responsabili Tecnici abilitati all'installazione degli Impianti).