Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Vercelli, 18 settembre 2019
Torna alla versione grafica - home

Registro Nazionale produttori pile e accumulatori



Vercelli, 18 settembre 2019
Ultimo aggiornamento: 31.01.2014



Servizi



pile batterie

REGISTRO NAZIONALE PRODUTTORI PILE E ACCUMULATORI

Contenuto pagina

Scadenza dei termini per l'iscrizione: 18 settembre 2009 

Sulla G.U. n. 150 del 1 luglio Ŕ stato pubblicato il D.L. 01/07/2009, n. 78 ("Provvedimento anticrisi")
che tra le varie disposizioni prevede, all'articolo 23 comma 11, che la scadenza per l'iscrizione al registro debba essere effettuta entro 9 mesi dalla data di entrata in vigore del D.Lgs. 188/2008 (e non entro i 6 mesi previsti dal D.Lgs 188).
Conseguentemente la scadenza per l'iscrizione Ŕ prorogata al 18 settembre 2009. 

In data 20 novembre 2008 Ŕ stato emanato il Decreto Legislativo n. 188 "Attuazione della Direttiva 2006/66/CE concernente pile, accumulatori e relativi rifiuti e che abroga la Direttiva 91/157/CEE", (in formato pdf 88 Kb), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 283 del 3 dicembre 2008 - Supplemento Ordinario n. 268.
Per quanto di competenza del sistema delle camere di commercio, il decreto presenta fortissime analogie con il D.Lgs. 151 /2005 in materia di RAEE.

L'articolo 14 del D.Lgs 188 prevede infatti l'istituzione di un registro nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori istituito presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.

La legge precisa che il produttore pu˛ immettere sul mercato tali prodotti solo a seguito di "iscrizione telematica presso la CCIAA di competenza" e che l'iscrizione deve essere effettuata entro 6 mesi dalla data di entrata in vigore del decreto (e quindi entro il 18 giugno prossimo).
Sono tenuti all'iscrizione:
Ľ produttori nazionali
Ľ produttori non residenti nel territorio nazionale
Ľ Sistemi collettivi di finanziamento.

L'iscrizione al Registro deve essere effettuata dalla sede legale del produttore presso la Camera di Commercio di competenza.
L'accesso al sistema telematico, deve essere effettuato tramite dispositivo di firma digitale comprensivo di certificato di autenticazione intestato al legale rappresentante dell'impresa. Il legale rappresentante pu˛ delegare un altro soggetto, anch'esso dotato di firma digitale, alla compilazione e alla trasmissione dell'istanza: la verifica viene effettuata in cooperazione applicativa con il Registro Imprese.

A fronte dell'iscrizione le imprese devono versare la tassa di concessione governativa di € 168,00 e l'imposta di bollo di € 14,62, mentre, a differenza del Registro nazionale dei RAEE, non Ŕ previsto un diritto di segreteria ma l'iscrizione e' assoggettata al pagamento di un corrispettivo annuale da determinarsi con decreto del Ministro dell'ambiente che avrebbe dovuto essere emanato entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore del decreto (e quindi entro il febbraio scorso).

Soggetti obbligati

Chiunque immetta sul mercato nazionale per la prima volta a titolo professionale pile o accumulatori, compresi quelli incorporati in apparecchi o veicoli, a prescindere dalla tecnica di vendita utilizzata, comprese le tecniche di comunicazione a distanza definite agli articoli 50, e seguenti, del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, di recepimento della direttiva 97/7/Ce riguardante la protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza.
I produttori o i terzi che agiscono in loro nome, organizzano e gestiscono, su base collettiva o individuale, sistemi di ritiro a copertura nazionale.
I produttori e i sistemi costituiscono il Centro di Coordinamento con funzioni di: effettuare campagne di informazione, organizzare la rete capillare di raccolta per i consorziati, monitorare i dati di raccolta, quindi le imprese che fabbricano, importano, immettono sul mercato i prodotti previsti devono iscriversi al registro. 
Per immissione sul mercato s'intende la fornitura o la messa a disposizione, a titolo oneroso o gratuito, in favore di terzi all'interno del territorio della comunitÓ, compresa l'importazione nel territorio doganale della comunitÓ. 

Costi

Per tale iscrizione sono dovuti i seguenti pagamenti che si possono effettuare con le modalitÓ sottoriportate:

1) tassa di concessione governativa (168,00 €) esclusivamente sul: C/C postale n. 8003 intestato a "Agenzia delle entrate - Ufficio di Roma 2 - Centro Operativo Pescara - Tasse Concessioni Governative" - Codice causale 8617 "altri atti" per tutta Italia;
2)
imposta di bollo di € 14,62 da versare con una delle seguenti modalitÓ :

a) in via telematica con accesso a Telemaco Pay. con abilitazione a men¨ Adempimenti Ambientali /"Pagamenti Vari".
b) sul C/C n░ 8284 intestato a CCIAA di Vercelli - Piazza Risorgimento 12 - 13100 Vercelli e causale: iscrizione Registro pile e accumulatori.

Le attestazioni di avvenuto pagamento dei suddetti importi a mezzo versamento su c/c postale devono essere scannerizzate e trasmesse telematicamente alla Camera di Commercio attraverso il programma di iscrizione al Registro.

L'area utilizzata dalle imprese per trasmettere le pratiche Ŕ giÓ pronta .

Le imprese possono giÓ trasmettere le pratiche dal 25.05.2009 con firma digitale dotata di certificato di autenticazione, tramite il portale http://www.impresa.gov.it  

Le CCIAA possono invece accedere all'area riservata nella quale svolgere le operazioni di loro competenza, tramite il portale  http://www.registropile.it

In questo sito sono inoltre rese disponibili informazioni sulla normativa e sui soggetti obbligati.

E' disponibile il manuale per l'iscrizione al Registro pile e accumulatori dei produttori nazionali. 

Se si vuole consultare una guida pi¨ dettagliata e completa per l'iscrizione dei soggetti obbligati, si clicca qui
Tale guida Ŕ stata promossa dalla Camera di Commercio di Milano e Federazione ANIE e realizzata con la collaborazione di Ecocerved s.c. a r.l.

Per qualsiasi contatto e per ricevere informazioni scrivere a  info@registropile.it

FAQ dal sito registro pile

oppure rivolgersi all'Ufficio Sanzioni Metrico Ambiente della Camera di Commercio con il seguente indirizzo di posta elettronica:  ambiente@vc.camcom.it

L'assistenza alle imprese in merito al registro pile sarÓ cosý erogata: - via telematica con quesiti che potranno essere inviati alla casella dedicata btr.piemonte@ecocerved.it o alla casella generica  info@registropile.it - via telefonica con quesiti che potranno essere formulati al contact center che risponde al numero 0285152090.

A seguito di tale iscrizione viene rilasciato un numero di iscrizione che deve essere obbligatoriamente riportato nei documenti di trasporto e nelle fatture commerciali entro 30 giorni dalla data del rilascio.

COMUNICAZIONE ANNUALE

Annualmente, entro il 31 marzo, i produttori comunicano alle Camere di Commercio i dati relativi alle pile e agli accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno precedente, suddivisi per tipologia; tale dato Ŕ comunicato per la prima volta all'atto dell'iscrizione con riferimento all'anno solare precedente (art. 14 comma 2 del D. Lgs. n. 188/2008 - in formato pdf 85,4 kb).

A partire dal 12 marzo 2010 per i soggetti iscritti al Registro Pile sarÓ possibile presentare la comunicazione annuale della quantitÓ di pile e accumulatori - espressa in numero e peso - immessi sul mercato nell'anno 2009.

La comunicazione potrÓ essere effettuata esclusivamente per via telematica tramite l'applicazione messa a disposizione dal Registro Pile e accessibile attraverso il portale http://www.impresa.gov.it secondo le modalitÓ consuete:

  • utilizzando la firma digitale, dotata di certificato di autenticazione, del legale rappresentante o del suo delegato
  • collegandosi al portale http://www.impresa.gov.it sezione La mia scrivania e poi tra i Servizi on line scegliere Ambiente/ Registro Pile e la voce Comunicazione Annuale.


Le comunicazioni annuali verranno trasferite direttamente al Registro nazionale senza un'ulteriore istruttoria da parte della Camere di Commercio e senza il versamento di alcun importo.

La ritardata presentazione della comunicazione Ŕ soggetta, ai sensi dell'articolo 25 comma 3 D. Lgs. N.188/2008, a sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 a 20.000 euro.

Supporto agli utenti:

  • manuale operativo, disponibile nella Sezione supporto della scrivania e sul sito http://www.registropile.it/
  • repertorio di quesiti disponibile nella Sezione supporto della scrivania
  • indirizzo di posta elettronica: info@registropile.it


Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

UFFICIO Ambiente

Riferimento  
Indirizzo Piazza Risorgimento, 12 - 13100 Vercelli
Telefono 0161.598243 - 247
Fax
E-mail ambiente@bv.camcom.it
Orari Da lunedý al venerdý 9.00 - 12.30

[ inizio pagina ]