Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Vercelli, 22 settembre 2020
Torna alla versione grafica - home

Bollatura libri



Vercelli, 22 settembre 2020
Ultimo aggiornamento: 30.06.2020



Servizi



BOLLATURA LIBRI

Contenuto pagina

SERVIZIO DI BOLLATURA E VIDIMAZIONE LIBRI E REGISTRI - NUOVE DISPOSIZIONI - NEW!

A fronte dell’aumento del numero di richieste di bollatura, al fine di garantire l’evasione delle stesse negli attuali tempi standard, a decorrere da giovedì 5 marzo 2020, presso le sedi di Vercelli, Biella e Borgosesia, sarà possibile per l’utente richiedere la vidimazione di massimo n. 5 libri/registri/formulari settimanale per impresa.

 

QUALI LIBRI SI POSSONO VIDIMARE ? 

L´ufficio Registro Imprese effettua la bollatura dei libri sociali, dei libri facoltativi e di quelli previsti da leggi speciali (per i "Formulari trasporto rifiuti"vedi oltre)., esclusi quelli espressamente di competenza di altri uffici (INAIL, PS, UTE, ecc.).

Si evidenzia che dal 25 ottobre 2001 la vidimazione e bollatura dei libri giornali, inventari e IVA non è più obbligatoria, ma facoltativa, fermo restandol´obbligo di numerazione progressiva delle pagine e di assolvimento dell´imposta di bollo.

COMPETENZA PER TERRITORIO DELLA C.C.I.A.A. DI BIELLA E VERCELLI
La C.C.I.A.A. di Biella e Vercelli è competente solo per la vidimazione dei libri dei soggetti aventi sede legale in Vercelli o Biella e relative province, o sede secondaria, limitatamente ai libri e registri che riguardano questa unità periferica.

MODALITA´ PER LA RICHIESTA DI VIDIMAZIONE
Per la vidimazione va compilato in tutte le sue parti il modello L2.
Per la bollatura facoltativa del libro giornale e del libro inventario va sempre specificato se si tratta di libri generali o sezionali barrando l´appositacasella.

COME VANNO PRESENTATI I REGISTRI PER LA VIDIMAZIONE
Prima della presentazione i libri da vidimare devono essere predisposti secondo le seguenti modalità:

  • Tipo rilegatura: libri o scritture a modulo continuo o fogli singoli
  • Modalità di predisposizione: su ciascuna pagina numerata variportata la denominazione o il codicefiscale dell´impresa e il tipo di libro.Nei libri giornale e inventari vannoriportati la numerazione progressivadelle pagine e anno di vidimazione
     
  • Tipo rilegatura: libri rilegati
  • Modalità di predisposizione: sulla copertina o sull´ultima paginanumerata va riportata la denominazione o il codice fiscaledell´impresa.
     

TASSE CONCESSIONE GOVERNATIVA, BOLLI, DIRITTI DI SEGRETERIA
Imprese individuali (Società di persone, Società cooperative 1, Consorzi, UL di società straniere[1])
TGC: euro 67,00[2] - ogni 500 pag. o fraz
BOLLI: a norma di legge- ogni 100 pag. o fraz. (SOLO PER LIBRO GIORNALE/INVENTARI: importo doppio ogni 100 pag. o fraz.)
DIRITTI: euro 25,00 indipendentemente dal numero di pagine.
NOTE:
[1]Escluse cooperative sociali e cooperative edilizie[2]Pagabili su c/c/p 6007 intestato a "Ufficio del Registro - Tasse cc.gg. Roma - Libri sociali" o tramite marche

Cooperative sociali iscritte all'Albo Cooperative
TGC: -
BOLLI: -
DIRITTI: euro 25,00 indipendentemente dal numero di pagine.
NOTE: -

Cooperative edilizie iscritte all'Albo Cooperative
TGC: euro 16,75[3] - ogni 500 pag. o fraz.
BOLLI: -
DIRITTI: euro 25,00 indipendentemente dal numero di pagine.
NOTE:
[3] Pagabili su c/c/p 6007 intestato a "Ufficio del Registro - Tasse cc.gg. Roma - Libri sociali" o tramite marche

Società di capitali, Società consortili, Aziende speciali L. 142/90, Consorzi enti locali L. 142/90
TGC:
euro 309,87[4] per capitale sottoscritto esistente al 1° gennaio di ogni anno fino euro 516.456,90;
euro 516,46[4] per capitale sottoscritto esistente al 1° gennaio di ogni anno superiore euro 516.456,90;
BOLLI: a norma di legge ogni 100 pag. o fraz.
DIRITTI: euro 25,00 indipendentemente dal numero di pagine.
NOTE:
[4]Tassa annuale versata per le società già esistenti entro il termine versamento IVA annuale (16 marzo), con F24 cod. 7085, e per le società di nuova costituzione su c/c/p 6007

MODALITA' DI PAGAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA DOVUTI ALLA CAMERA DI COMMERCIO


Il diritto di segreteria per la vidimazione di ogni registro, indipendentemente dal numero delle pagine, ammonta, in seguito al DM 16.06.2008, a € 25,00 (è ammesso un versamento cumulativo per più registri della stessa impresa). Il pagamento può essere effettuato direttamente allo sportello camerale in contanti o bancomat. In alternativa è ammesso il pagamento tramite PAGO PA presentando allo sportello l'avviso di pagamento ricevuto dalla Camera e la prova dell'avvenuto pagamento dei diritti di segreteria.

Per utilizzare PAGO PA nella mail di prenotazione dell'appuntamento per la consegna del libro inviata a "registro.imprese@bv.camcom.it"  occorre specificare oltre alla denominazione e codice fiscale dell'impresa anche l’indirizzo della sede legale.

PAGO PA consente il pagamento
- presso le agenzie della banca di riferimento;
- utilizzando l’home banking della propria banca (dove vi sono i loghi CBILL o
- pagoPA);
- presso gli sportelli automatici della banca di riferimento (se abilitati);
- presso i punti vendita di SISAL, Lottomatica, Tabaccherie abilitate;
- non è possibile il pagamento PAGO PA presso gli uffici postali

Dal 1 luglio 2020 non è più ammesso il pagamento tramite c/c/postale o bonifico bancario.


AGEVOLAZIONI PER ONLUS, COOPERATIVE SOCIALI E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO
Avvertenze per la bollatura dei registri

Associazioni di volontariato: esenzione da tassa CC.GG. e imposta di bollo presentando fotocopia iscrizione all´albo tenuto dalla Regione

Onlus: esenzione da tassa CC.GG. e imposta di bollo esibendo fotocopia del modello di iscrizione (con prova di avvenuta spedizione) all´anagrafedelle Onlus, di cui all´art. 11 del d.lgs n. 460/97, presentato al Ministero delle Finanze - direzione regionale delle entrate nel cui ambito territorialesi trova il domicilio fiscale dell´ente.

FORMULARI TRASPORTO RIFIUTI
In base all´articolo 15 comma 1 del decreto legislativo 22/97 i formulari di identificazione per il trasporto dei rifiuti - prima di essere utilizzati -devono essere numerati e vidimati da parte dell´Ufficio del Registro o dalla Camera di Commercio e annotati sul registro IVA.
I formulari devono:

  • essere numerati progressivamente con l´adozione di numeri di serie stampati esclusivamente da tipografie autorizzate dal Ministero dellefinanze
  • riportare sull´allegato A la denominazione del produttore, del detentore o del trasportatore che presenta il formulario. La denominazione variportata sia in caso di utilizzo di formulari rilegati che di quelli singoli o su modulo continuo.

Costi
La vidimazione dei formulari è gratuita e non è soggetta ad alcun diritto o imposizione tributaria. 

REGISTRI DI CARICO SCARICO RIFIUTI 
Con la modifica dell'art. 190, comma 6, del D. Lgs. n. 152/2006, da parte dell'art. 2, comma 24-bis del D. Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4, a decorrere dal 13 febbraio 2008, i registri di carico e scarico dovranno essere "numerati e vidimati dalle Camere di Commercio territorialmente competenti".
E’ prevista un'eccezione per la gestione dei rifiuti costituiti da rottami ferrosi e non ferrosi, per la quale, gli obblighi connessi alla tenuta dei registri di carico e scarico si intendono correttamente adempiuti qualora vengano utilizzati i registri IVA di acquisto e di vendita.
Modalità
I registri potranno essere consegnati presso l'ufficio Registro Imprese della sede camerale di Piazza Risorgimento 12, Vercelli, durante il seguente orario di apertura al pubblico: 9.00 – 12.30 dal lunedì al venerdì.
L'impresa dovrà presentare:
· il modello L2 debitamente compilato
· il/i registro/i numerato/i. Per chiarimenti in merito ad alcune problematiche emerse in merito alla vidimazione di tali registri (validità dei registri già in uso, competenza territoriale,…), si rimanda all'allegata nota di Unioncamere Roma.L'impresa dovrà consegnare sempre registri già numerati. 
· l'attestazione del versamento dei diritti di segreteria
L'utente riceverà una ricevuta di presentazione che dovrà essere esibita per il ritiro nel giorno concordato.
Non sono dovute la tassa di Concessione Governativa e l'imposta di bollo. 

Quesiti
Per chiarimenti in merito ad alcune problematiche emerse in merito alla vidimazione di tali registri (validità dei registri già in uso, competenza territoriale,…), si rimanda all'interpretazione fornita da Unioncamere Roma con la nota allegata, fermo restando la competenza esclusiva delle autorità di controllo (es. Provincia), in ordine alla vigilanza sulla regolarità di tenuta dei registri stessi.
 



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualità dei contenuti di questa pagina


Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

UFFICIO REGISTRO IMPRESE

Riferimento  
Indirizzo P.zza Risorgimento, 12 -13100 Vercelli
Telefono 0161/598230
Fax 0161/598250
E-mail registro.imprese@bv.camcom.it
Orari Da lunedì al venerdì 9.00 - 12.30

[ inizio pagina ]